Skip to main content

Cart

Close Cart

1 FEBBRAIO…IMBOLC e IL FUOCO SACRO DI BRIGID

Care Amiche e Amici, in questa giornata celebriamo un passaggio importante e significativo che la natura ci mostra fuori ricordandoci che questo avviene anche dentro dimoi.
Oggi si celebra Imbolc, Sabbat che ebbe origine nell’antica Irlanda, che oggi onorai la Dea Brigid, Brighid, Brisid o Bridget, onorata come la “Sposa del Sole“.
Essendo in pieno inverno, questa festa era dedicata alla speranza dell’aumento della luce e del risveglio dei semi sepolti nella terra ghiacciata.
Nella “Ruota dell’anno“, Imbolc è l’opposta a Lammas e celebra la Dea nella versione Fanciulla.
Imbolc ha luogo sei settimane dopo Yule, a simboleggiare la guarigione della Dea dalla nascita del bambino solare e la sua trasformazione in una giovane e vigorosa Fanciulla.
La stessa dea Brigid fu cristianizzata come Santa Brigida e il suo ex santuario trasformato in un monastero di monache.
Brigid (pronunciato Bríd) era una triplice dea celtica, sovrana dell’ispirazione (arti, creatività, poesia e profezia), guarigione (erbe, medicine, guarigione spirituale e fertilità) e metallurgia (artigiani, fabbri e orafi). In quanto dea del fuoco, veniva onorata con falò, ruote e croci solari, corone di candele e rituali che risvegliavano o attivavano il fuoco creativo.
Le leggende celtiche la descrivono come la Dea, che tocca con il suo bastone magico da Crona la terra ghiacciata, risvegliandola alla vita e aumentando la luce del giorno.

Nell’antica Grecia Antica, in questa data si commemoravano i Misteri Eleusini Minori che in questa data avevano inizio, celebrano il ritorno della dea Persefone dagli inferi.
La dea Estia veniva inoltre onorata pulendo o rinnovando i camini, riaccendendo la sacra fiamma e chiedendole la benedizione per le famiglie e le case.
In Polonia, nei tempi antichi, la dea Perkune Tete, la madre del tuono, veniva battezzata come Nostra Signora di Gromniczna e celebrata con processioni di candele.
Una data altrettanto importante nella tradizione della Dea e nella Wicca, dedicata alle iniziazioni delle nuove Sacerdotesse e al rinnovare impegni presi precedentemente.

Il Sabbat di Imbolc, celebrava il sorgere della luce e la sconfitta dell’inverno. In questo giorno, con la celebrazione del “Disting”, i popoli nordici “seppellivano” le negatività e le fatiche dell’inverno, accendendo falò agli incroci e purificando la terra, cospargendola di sale e cenere.
La versione romana di questo Sabbat era Lupercalia e le gioiose feste per le dee Februa, Diana e Venere.
Nella Tradizione della Dea, in questa data vengono effettuate le iniziazioni di nuove Sacerdotesse e le conferme dell’impegno spirituale delle Sacerdotesse più anziane.

Poiché Brigid è una dea della guarigione, protettrice delle sorgenti sacre, veniva invocata nei rituali di purificazione e guarigione, venendo venerata nelle sorgenti a lei consacrate. Ancora oggi, in alcune parti della Gran Bretagna e dell’Irlanda, le persone legano nastri con richieste o capi di abbigliamento dei malati sugli alberi vicino alle antiche sorgenti sacre di Brigid, ora ridedicate a Maria o ai santi cattolici, che pregano per la guarigione dai loro disturbi.

L’atmosfera di questa festa è segnata dal risveglio di semi, nuovi piani e nuovi progetti, iniziazione o conferma su un percorso spirituale o nuove attività, accelerazione e rinnovamento delle energie, purificazione e rinascita materiale o spirituale, ricerca di presagi e preparazione per la loro realizzazione.
Nei Cerchi Femminini viene realizzata una bambola con buccia di mais o grano, Grain Dolly o Bride, che rappresenta la Dea vestita da sposa, adagiata su un letto speciale, insieme ad un bastone (ricavato da un ramo di un albero sacro) che rappresenta il Dio. Croci solari, ruote di Brigid o simboli tripli come il Triskele sono tessuti con paglia, canne o fili colorati e posti sopra le porte o sulle auto come protezione.

Imbolc è una data favorevole per risvegliare la creatività e aprirsi all’ispirazione attraverso la poesia, le canzoni, le narrazioni, il disegno, la tessitura, la ceramica o la danza.
Le dee associate a questa festa sono quelle della guarigione, del fuoco e della luce, come Airmid, Amaterassu, Arinna, Brighid, Diana, Eadon, Eir, Freyja, Gerda, Hestia, Juno Februa, Lucina, Pele, Rana Neidda, Rinda, Sulis, Sunna, Vesta e Venere.

I rituali indicati per questo Sabbat sono l’iniziazione, la dedica o la conferma spirituale con offerte di fiori, nastri e monete in fontane o fiumi, attività curative o creative come l’artigianato, la poesia, la musica e la danza, la purificazione degli ambienti, delle persone e degli oggetti e consultare oracoli, osservare segnali dalla natura…

Gli elementi rituali connessi a questa celebrazione sono; le corone con tredici candele gialle, le ghirlande di nastri e fiori gialli, le ruote solari e le croci di paglia e spighe di grano.
Le pietre associate a Imbolc sono; diaspro sanguigno, ambra, corallo, staurolite e quarzo rosa.
Gli animali totemici sono la mucca, il serpente, il cigno, il lupo e il falco.

Si consiglia di accendere un Fuoco Sacro e tenere un piccolo rituale d purificazione con una scopa di ramoscelli verdi di salice, nocciolo, rosmarino, bambù o basilico da passare sul proprio corpo riequilibrando la propria energia e/o nei propri spazi.
Creare un Blend di resine e spezie sempre per una pulizia energetica con; incenso, legno di sandalo, chiodi di garofano, cannella e sangue di drago.

Imbolc è una festa gioiosa, portatrice di nuove possibilità, piena di speranza per il cammino che ci spetta.

Medita su quegli aspetti della tua vita che necessitano di rinnovamento o su nuovi progetti e impegni.
Respira, Osserva, Prenditi un tempo in silenzio e poi chiedi a Brigid le sue benedizioni di ispirazione, energia vitale e guarigione, risvegliando o ravvivando il tuo fuoco interiore.

“Vieni, Brigid, fai del mio cuore la tua casa”

Buona Celebrazione Anime in Cammino
Con Amore…Chiara Brunetti

Leave a Reply